Cose che ho capito in due mesi a Madrid

Ho capito che ci è voluto un mese e mezzo per essere in grado di uscire proprio da dove volevo a Moncloa.

Ho capito che da quando vivo in città discretamente grandi il mio concetto di vicino si è ampliato parecchio. Oggi corrisponde ad una distanza tale per cui un tarantino sicuramente prenderebbe la macchina. E se sono a Taranto, la prendo pure io.

Ho capito che fa molto freddo.
Ma soprattutto non ho capito perché in metro ci debba essere la temperatura del Cairo con 0 gradi fuori. Va bene riscaldarsi, ma sudare no. Checcazzo.

Ho capito che posso reggermi in piedi anche con almeno mezzo litro di vino diluito nel sangue. Ma tutto il resto ne risente per svariate ore.

Ho capito che è talmente ovvio che io dopo “¡Hola!” dica “¿Qué tal?” che la gente mi risponde “Bien” indipendentemente da quello che ho detto, fosse anche “Sei uno stronzo” (“¡Bien!”).

Ho capito che “Italia” è una parola chiave. Sia per essere adorati che per essere coglionati.

Ho capito che il concetto di “esame” in Spagna è qualcosa di molto indefinito…
E che un mondo migliore, in cui i professori non si battono il culo con tutt’e due le mani quando hai un problema, è possibile.

Ho capito che la Stella di Natale qui si chiama Flor de Pascua e lo trovo molto scorretto. Così come trovo scorretto che lungo si dica largo.

Ho ascoltato mia nonna farmi gli auguri di buon compleanno al telefono, e ho capito che quella telefonata era già un motivo valido per stare un anno all’estero. E attenzione che non è una cosa melensa, ma estremamente comica. Come mia nonna d’altronde.

Poi ho avuto conferma che il mio compleanno dura almeno due giorni. E anche che nascere in Spagna sarebbe stato ancora più comodo, perché è festa pure il giorno prima.
Ma ciò non toglie che preferivo comunque nascere a Luglio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ballando sul mondo, Vita vissuta e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cose che ho capito in due mesi a Madrid

  1. capsilla ha detto:

    da mesi che non vado a Moncloa, avrò dimenticato già tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...