The future’s in the air.

Capodanno duemiladodici. Buon anno auguri evviva aeiou y.

Il 2011 è stato un anno pieno. Non mi sbilancerò nel definirlo positivo o negativo che queste cose mi stanno un po’ antipatiche. Facciamo che è stata, come sempre, un’alternanza più o meno regolare di momenti memorabili e giornate di merda. Ecco.

Quest’anno porta già con sé la zavorra dei Maya, che tocca a tutti (chi non aveva colto l’ironia di questa affermazione, il 21 dicembre morirà sul serio), quindi per il resto io direi basta. Cioè, non rompere. Io non voglio troppi cazzi per la testa, perché sono giovane e di cose negativamente intense ne ho già vissute a sufficienza almeno fino ai 25 anni.
Quest’anno prendiamocela scialla.

Cambieranno le cose, cambieranno le persone, cambierà il posto che occuperò io nella vita delle persone. Questo è quasi certo. Così come è certo che le cose che restano sempre, invariate, per tutta la vita, sono veramente, ma veramente pochissime.

Caro 2011, tutto sommato sei stato bravo, e resterai nella mia memoria come l’anno della mia laurea.
Caro 2012, vedi di non fare lo stronzo. O almeno controllati.

http://www.youtube.com/watch?v=ohOtDA3dTAA

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Spunti di riflessione, Vita vissuta. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...